Blog2020-05-15T09:29:05+00:00

Pensieri sparsi

IV domenica di Quaresima

Il Vangelo della IV domenica di Quaresima (Giovanni capitolo 9), presenta l'incontro tra Gesù ed una persona cieca dalla nascita. È un incontro particolare, intenso e denso. VEDE Soffermiamoci solo sull'inizio. È Gesù che si accorge del cieco, che lo VEDE, e questo vederlo suscita nei discepoli una reazione ed una domanda: “Chi ha peccato, lui o i suoi genitori, perché sia nato cieco?”. Mi sembra che tra il VEDERE di Gesù e la domanda dei discepoli ci sia un salto, come una riga di spiegazione non scritta. Certo: è dentro una particolare “forma mentis” porsi quella domanda che vede [...]

23 Marzo, 2020|

Principio e fondamento

Nel libro "Esercizi spirituali" di sant'Ignazio di Loyola troviamo questo brano: Principio e fondamento L’uomo è creato per lodare, riverire e servire Dio nostro Signore, e, mediante questo, salvare la propria anima; e le altre cose sulla faccia della terra sono create per l’uomo, e perché lo aiutino a conseguire il fine per cui è creato. Ne segue che l’uomo tanto deve usare di esse, quanto lo aiutano per il suo fine, e tanto deve liberarsene, quanto glielo impediscono. È perciò necessario renderci liberi rispetto a tutte le cose create, in tutto quello che è lasciato al nostro libero arbitrio [...]

20 Marzo, 2020|

Sofferenza, malattia e paura

Prendo a prestito una riflessione di mons. Mario Delpini e un'altra di don Alberto Curioni, e tento una sintesi personale delle due. Di fronte alla sofferenza, alla malattia, alla paura si hanno tre possibili atteggiamenti, validi sia nel campo della fede che al di fuori di esso: Un atteggiamento magico Quello che spera di trovare risposte e soluzioni in comportamenti che manifestino un potere che rassicura. L'atteggiamento magico cerca una formula, un gesto, che sia un'invocazione o una forzatura perché un potere superiore scongiuri il pericolo e assicuri il risultato. Gesù non condanna questo atteggiamento, di fede o meno, e [...]

15 Marzo, 2020|

La prima domenica di Quaresima

La prima domenica di Quaresima si leggono i primi undici versetti del capitolo quattro del Vangelo di Matteo. In essi si narra che Gesù passa quaranta giorni, e quaranta notti, nel deserto. Per di più digiunando! Al termine di questo lungo periodo, dove il numero quaranta è simbolico e rappresenta il tempo opportuno, necessario, ha fame. Cosa c'è di più naturale che avere fame dopo tutto quel digiuno? A quel punto arriva il diavolo che lo invita a mangiare sfruttando la capacità di Gesù, in quanto Figlio di Dio, di trasformare le pietre in pane. Cosa c'è di strano? Se [...]

11 Marzo, 2020|
Torna in cima